CENTRALI A BIOMASSE NEL TERRITORIO DI PORTOGRUARO: incontri per fare chiarezza

Già da un po’ di tempo si sente parlare di centrali a combustione di biomasse la cui costruzione sarebbe già stata autorizzata per i comuni di:

SUMMAGA DI PORTOGRUARO

CINTO CAOMAGGIORE

VILLANOVA DI FOSSALTA DI PORTOGRUARO e LUGUGNANA

Per una potenza complessiva di oltre 27 MW.

Altri progetti sono in procinto di essere presentati per l’approvazione. Uno di questi sembra debba esser destinato a Latisana.
Quindi in un raggio di poco più di 10 km. con fulcro Portogruaro sarebbero concentrate almeno 4 centrali.

I problemi, secondo quanto è riportato dai comitati per la difesa ambientale e lo sviluppo sociale del Veneto Orientale andrebbero dall’intasamento della viabilità data la circolazione di migliaia di camion all’anno, all’inquinamento dell’aria, dei terreni, agli effetti acustici.

Le principali conseguenze, molto gravi tra l’altro, sulle strutture produttive della zona coinvolta (vitivinicole, frutticoltura, turismo).

Questo in quanto tali centrali elettriche a biomasse andrebbero a bruciare qualsiasi tipo di combustibile/materiale: olio di palma, cippato, ma anche prodotti derivanti dalla raccolta e trattamento dei rifiuti con produzione di ceneri, fanghi e scorie difficilmente smaltibili.

Inoltre nell’aria verrebbero immesse enormi quantità di inquinanti, polveri sottili e ultrasuoni dannose per l’organismo umano specie per quello dei bambini.

Periodicamente sono organizzati degli incontri che cercano di fare chiarezza sui rischi pr la salute delle persone.

Attualmente è possibile effettuare una raccolta di firme per richiedere alle istituzioni di impegnarsi nella salvaguardia della salute dei cittadini del comprensorio.

Per la firma alla petizione al sindaco di Portogruaro e l’esposto alla procura delal Repubblica e al distretto Socio-Sanitario è stato possibile recarsi nei giorni:

– mercoledì 06 luglio 2011, in occasione della manifestazione “Portogruaro città Viva”, Via Martiri, zona Liston

– giovedì 07 luglio – zona Liston

– venerdì 08 sabato 09 e domenica 10 luglio – Zona Liston

 

Per aiutare i tanti cittadini che, con senso civico ed iniziativa personale a tutela dell’intera collettività del mandamento portogruarese (e non), stanno portando avanti, con risorse proprie, le azioni legali contro gli inceneritori del portogruarese, puoi anche tu effettuare un versamento totalmente libero all’ASSOCIAZIONE LIMEN UNIVERSALIS.

IBAN: IT21 E063 4536 0701 0000 0002 810

causale: contributo azione legale

bneficiario: ASSOCIAZIONE LIMEN UNIVERSALIS

Banca di riferimento: Ca.ri.ve. Filiale di Concordia Sagittaria

 

Ti ricordo inoltre che i precedenti incontri sul tema così spinoso sono stati:

– a Portogruaro sabato 21 maggio 2011 ore 16.30 presso il teatro Comunale Luigi Russolo – Piazzetta marconi, 1 e avrà il titolo:

“CENTRALI A BIOMASSE: il pericolo celato – La salute al tempo degli inceneritori”

all’incontro è intervenuto il dott. Stefano Montanari direttore del laboratorio Nanodiagnostics di Modena.

Ecco un Suo video di presentazione:

 

Altri incontri informativi ai quali era stata invitata tutta la collettività sono avvenuti in data:

venerdì 11 marzo 2011 ore 20.30 – oratorio Mons. Cecconi – Portogruaro – Parrocchia Beata Vergine Maria

mercoledì 15 marzo 2011 ore 20.00 – biblioteca comunale Fossalta di Portogruaro

Tema:

CENTRALI BIOMASSE: cosa sono? Come funzionano? Quali vantaggi per la comunità? Quali effetti sulla salute?

Con visione di filmati su alcuni insediamenti italiani già presenti e gli effetti provocati

Interventi e domande al pubblico

Potete scrivere a comitativenetorientale@gmail.com per ricevere ulteriori informazioni oppure collegarvi al sito: www.portogruarovive.it

Teniamoci aggiornati.

Matteo Pasqualini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.